Road-trip en Italie en van aménagé - Blacksheep Van

Culturale

Gastronomico

Paesaggistico

Romantico

1000 km

xxx €

12 Jours

Le tappe chiave del viaggio

  • Bientôt disponible

Dividere il vostro viaggio

Road-trip nell’Italia del Nord

Alla partenza da Lione, prendete la direzione delle Alpi.Per attraversarle avete due possibilità : attraversare  un colle, o un tunnel.

Se siete di fretta, scegliete l’opzione del tunnel, ma non ve lo consiglio non solo non vi fa risparmiare tanto tempo ma è anche più costoso…..Ma se veramente scegliete l’autostrada per tutto il tratto, é meglio il tunnel del Monte Bianco rispetto al Fréjus, non soltanto perché sarete in una posizione migliore per raggiungere i grandi laghi italiani ma potrete in più approfittare dell’incredibile spettacolo che offre la Valle di Chamonix che non finisce mai di stupire.

Durante il viaggio, ammirate il ghiacciaio di Bossons che sembra avventarsi sulla strada poi l’Aguille du Midi (inclinando un po’ la testa….) Avete due minuti? Non perdete un assaggio di birra alla micro-birreria di Chamonix, la MBC, all’incrocio  di fronte all’Ensa.

Se preferite fare le cose con calma e risparmiare, optate per la valle della Tarentaise, direzione Bourg-saint-Maurice

Uscendo dal tunnel di Siaix, potrete constatare che la valle si apre di nuovo e offre un panorama magnifico. Se le strette strade di montagna non fanno per voi, quando passate  imboccate la direzione per la  Cote d’Aime, quando avete passato Aime, seguite la strada che corre a fianco della montagna sul “Versante del sole”. Di fronte alle stazioni di Arcs ei La Plagne, questa piccola strada panoramica offre dei magnifici scenari ( dove è bene fare una pausa pic-nic) e passa attraverso piccoli  paesi carini ignorati dai turisti…

Poi tornate a Bourg-Saint Maurice e se vi viene voglia , passate al bar Bazoom (Immancabile), alla Cooperativa ( a fianco dell’ufficio del turismo) che vende formaggi e salumi della valle a prezzi imbattibili (optate senza dubbi per il Beaufort estivo), poi al Labo (board shop), fare un “check” al Polo!

Dopo, direzione Tignes,poi a Seez,girate verso la Rosiere per superare il confine al colle del Piccolo San Bernardo.

Dal lato italiano si trova la Thuile (prudenza, la strada che scende dal versante italiano è stretta e molto tortuosa…ma i paesaggi valgono la deviazione). La Thuile è sempre battuta dai venti freddi che scendono dal ghiacciaio di Ruitor che si intravede in fondo alla valle. Questo è, siete in Italia, per voi la pasta, l’espresso  e i “ciao”.

Prendete poi la direzione per Aosta e raggiungete l’autostrada italiana. Una volta a Ivrea, prendete la direzione di Biella poi Gattinara e infine Borgomanero. Qui, vi consiglio di fare gli acquisti perchè poi i supermercati sono piu’rari….

Appena accanto c’e’ Arona, sul bordo del Lago Maggiore, dove prenderete la direzione nord per fare il vostro giro.

1^ fermata da non perdere : Stresa. La cittadina è magnifica e vi fa immergere immediatamente nel cuore dell’Italia del nord.Non mancate una passeggiata nella citta’vecchia e perché no un bagno nel lago!

Stresa e anche il punto di partenza dei battelli per la visita delle isole : Isola Bella e Isola Superiore.

Queste isole sono bellissime, bisogna assolutamente andarci a gustare un gelato.In una atmosfera mediterranea passeggerete in piccole vie pedonali stretti tra una pizzeria e una vecchia casa borghese e dal porto al parco….

Poi, direzione Verbania, Miazzina (vi invito a fermarvi una notte, il campeggio municipale é molto simpatico e a bordo lago… Ma attenzione, è piccolissimo !)

Poi Cannobio, anche li’ prendetevi il tempo di scendere al porto per assaggiare la pasta e poi un gelato passeggiando.

A San Bartolomeo, sarete sul punto di passare in Svizzera. Un misto di Svizzera e Italia. Li’ troviamo una vista splendida sul lago, del cioccolato incredibile e pizza realizzata a regola d’arte….Ma attenzione al portafoglio, qui siete in una una citta’ chic della Svizzera……

Qui avete 2 possibilità, continuare il vostro giro del Lago Maggiore e scendere in Italia fino  a sud del lago per riprendere l’autostrada in direzione MIlano, sia prendere immediatamente l’autostrada

A voi la scelta !

Milano, capitale della moda italiana. Non si puo’ assolutamente mancare il Duomo, il Castello Sforzesco e la Piazza dei Mercanti.

Ma concentrazione, state attenti a non perdervi, siete in una grande citta’….

Dopo, continuate il vostro periplo in Toscana : Parma, Bologna ( molto industrializzata) e infine Firenze, la bella.

Tappa inevitabile, Firenze incarna il Rinascimento italiano, vista la sua ricchezza architettonica e i suoi musei unici.

Piacevole ed affascinante, Firenze conserva ancora oggi l’aspetto architettonico della città che, dalla fine del Medio Evo, é stata il faro politico e culturale dell’Europa. Anche se si tratta di una delle città italiane più invasa dal turismo di massa, il suo patrimonio artistico la rende un posto unico al mondo, dove la concentrazione di musei e capolavori supera l’immaginazione. Non perdetene neppure una briciola.

Voglia di vedere di più ? Dirigetevi verso Pisa e andate ad ammirare la famosa Torre….

Da qui, fuori questione tornare senza prendersi il tempo di una tappa a Monterosso al Mare nel cuore delle 5 Terre. Io non aggiungo altro, lo scoprirete da soli….

tristique Aenean quis Phasellus dolor mi, libero Donec massa elit. ut